Al mare al mare

 

Il primo appuntamento allo Spazio COMEL Arte Contemporanea dopo la pausa estiva parla ancora di vacanze e luoghi di villeggiatura: sarà inaugurata sabato 8 settembre alle ore 18.00 la mostra Al Mare al Mare di Marcello Trabucco.

 

Locandina della mostra 'Al mare al mare'Nata all’interno di un progetto più ampio e multidisciplinare, l’esposizione si sviluppa parallelamente al testo di Marcello Trabucco “La costa del Lazio, il turismo balneare e le trasformazioni del paesaggio costiero da Civitavecchia a Minturno” (Palombi editore 2013). Nel libro l’autore mette in luce le problematiche derivanti dal turismo balneare in Italia e all’estero causate dalla nascita delle stazioni balneari, la scoperta del mare da parte della borghesia ottocentesca e dalla relativa crescita edilizia. Queste le cause della profonda modificazione e trasformazione del paesaggio costiero.

La rassegna espositiva Al Mare al Mare, partendo dalle origini curative e salutari, pone invece l’accento sul costume e le abitudini che si sono andate evolvendo, per prendere il bagno ed esporsi al sole, abbigliamento e mode riportate su fotografie, giornali e cartoline d’epoca.

In mostra allo Spazio COMEL dunque il frutto di un’attenta ricerca iconografica che descrive usi e costumi degli italiani in vacanza dall’Ottocento a oggi, con una particolare attenzione al periodo che va dagli anni Venti agli anni Settanta del 1900. Un modo originale per raccontare l’uomo, il suo rapporto con l’ambiente, lo sviluppo di consuetudini e usi, le mode e l’evoluzione sociale.

La mostra, presentata da Anna Eugenia Morini, sarà aperta tutti i giorni dalle 17.00 alle 19.30, dall’8 al 22 settembre.



Cenni biografici: Nato a Volterra in provincia di Pisa, Marcello Trabucco si trasferisce in tenera età a Latina, dove tutt’oggi vive e lavora. Diplomato al liceo artistico, ha poi conseguito la laurea in Architettura presso l’Università La Sapienza di Roma.

In qualità di architetto si è occupato insieme ad altri professionisti dell’arredo urbano e della revisione del centro storico di Latina. Per diversi anni è stato consulente per la tutela del paesaggio presso il Comune di San Felice Circeo. Dal 1998 è insegnante di Disegno e Storia dell’Arte presso il Liceo Scientifico Majorana di Latina.

Da alcuni anni si occupa attivamente della storia del territorio pontino e laziale, attraverso la minuziosa ricerca di fonti archivistiche e documentarie per la valorizzazione della storia e delle testimonianze artistico-ambientali.

Immagini in esposizione


Spazio COMEL Arte Contemporanea
via Neghelli, 68 - Latina
tel. 0773.487546 - email: info@spaziocomel.it
sito: www.spaziocomel.it
Eventi e info sulla pagina Facebook

 

La costa del Lazio, il turismo balneare e le trasformazioni del paesaggio costiero da Civitavecchia a Minturno
Il godimento delle vacanze è diventato oggi una conquista sociale di larga portata, che interessa la stragrande maggioranza degli individui. La presente ricerca analizza i risultati che l'incremento turistico, legato alla balneazione, ha prodotto lungo le coste del Lazio, da Civitavecchia a Minturno. Sviluppo che ha generato cambiamenti radicali interessando sia quei centri storici già esistenti, come Civitavecchia, Santa Marinella, Anzio o Formia, che favorendo la nascita e la repentina trasformazione di quelle stazioni balneari come Ladispoli, Sabaudia o Torvaianica di recente formazione. Attraverso le immagini e le descrizioni raccolte, 1'autore mostra come, il paesaggio costiero, che fino agli inizi del novecento era arrivato fino a noi integro e inviolato, subisce in mezzo secolo una tale modificazione da renderlo del tutto irriconoscibile. Trasformazioni che lentamente continuano nel solco del cambiamento, quasi mai rispettoso dell'ambiente.

   

 

 

Ultimo aggiornamento:  07-10-18