Giuseppe De Sario

 

Ritratto del pittore Giuseppe De Sario in una elaborazione di Leonardo Basile 

Giuseppe De Sario , pittore e grafico , è nato a Bari nel 1953 , città in cui si è diplomato al Liceo Artistico e frequentato l'Accademia di Belle Arti . A Firenze ha frequentato la Facoltà di Architettura . Innumerevoli sono le sue partecipazioni a concorsi e rassegne d'arte , fra le quali si ricordano Expo arte di Bari nel 1982 , Premio Arte Mondadori 88' (dove tra l'altro fu premiato con targa d'argento) ; Finarte a Milano nel 1989 , Premio "Immaginaria 94" a Milano , XVIII Rassegna Nazionale d’Arte Contemporanea a Campomarino (CB) nel 2005 , ecc. ecc . Hanno scritto di lui : Leonardo Mancino , Rossella Lovascio , Donatella Vox , Giorgio Saponaro , Michele Campione e tantissimi altri . Vive ed opera a Serracapriola (FG) , in via A. Segni , 16 . Il suo percorso artistico è seguito a Bari dall'amico Livio Violanti .

Giorgio Saponaro - "Il colore è la sua forza , la sua carta vincente , la leggerezza delle sue trasparenze fa sognare mari caldi ed oleosi , l'incredibile immutabilità della natura incontaminata . Tutto è fermo , sicuro nei suoi quadri pervasi da una incantata , accorata magia . La dolce malinconia penetra attraverso lo sguardo rapito dell'osservatore e lo illanguidisce . Miracolo del colore , che nelle mani dell'uomo genera e perpetua capolavori d'arte . De Sario usa tecniche difficili , dimenticate , il pastello morbido ed elegante è il suo arnese di lavoro preferito ed i colori acquistano tonalità lunari nel creare marine e paesaggi ovattati e silenziosi..(...)"

Michele Campione - "(...) De Sario descrive ed interpreta . Interpreta e descrive . La realtà che lo affascina è quella del paesaggio pugliese ma con la sua capacità di essenzializzare contorni e dimensioni cromatiche , il paesaggio di casa nostra finisce per essere solo un pretesto . Per il resto si tratta di ben altro .
Al di là ed oltre le colline daune , le marine ai piedi delle alte scogliere , i campi di stoppie punteggiati di alberi solitari e persino oltre le costruzioni in un certo senso metafisiche , si muovono intatti e significativi il suo grande mestiere , la sua straordinaria sensibilità artistica , le capacità di analisi e di sintesi che fanno di De Sario un'artista di ottimo livello .
Rimane sopra ogni cosa un inesausto amore per la Puglia , una acuta propensione ad impadronirsi della materia pittorica , che in simbiosi funzionale fanno di Giuseppe De Sario un artista di non poco conto nel novero della pittura pugliese ancora una volta attratta dalla gran luce di Puglia e dal suo paesaggio ."

Rossella Lovascio - "Le composizioni pittoriche di Giuseppe De Sario si muovono attraverso colori tenui e sfumati costruendo figure ed immagini che paiono partire da evanescenti sogni , strappati a quella nostalgia , tragica e dolce , di infinito che ognuno ha in sè .(...)         

  

Un'opera grafica dell'artista De Sario

"Dopo il caffè in masseria" , 1992 - cm 100 x 70