Il mestiere del pittore : il colore

 Leonardo Basile

Leonardo Basile , pittore , è nato in Bari nel 1961 , vive ed opera in Bari-Santo Spirito . Dopo gli studi artistici intraprese un percorso professionale non attinente al mondo dell'arte ma tenne questi fra le sue occupazioni principali . Motivo questo che lo portò successivamente ad avviare l'attività di Corniciaio per poter riuscire a conciliare il suo amore per l'arte col suo amore per la famiglia . Ed è nella sua Bottega da corniciaio che nacquero i suoi lavori più impegnativi e si svilupparono le sue idee sulla socializzazione dell'arte e degli artisti , dando vita , insieme al suo fraterno amico Francesco Madero , ad una associazione artistico/culturale   che lo ha impegnato attivamente per più di un decennio nell'organizzazione di mostre e concorsi d'arte , dandogli la possibilità di conoscere centinaia di artisti , di "entrare" nelle loro vite , nelle loro botteghe e di approfondire le proprie conoscenze tecniche sulla pittura e sull'arte in generale .

 

Le tavole | Le tele I cartone| La masonite Carta e Pergamena I colore | coloranti | Le resine I Le parole della pittura | Colore e conservazione | La cornice | I pennelli per colori ad olio | Leganti e diluenti | L'Acquarello | Il disegno a penna

 

     Artisti si nasce , pittori si diventa  :  il colore

I colori sono generati dalla luce .
Avrei voluto evitare l'aspetto , come dire , scientifico e ottico della definizione del "colore" (dato che ritengo non necessario conoscerlo e capirlo per poter apprezzare i colori ed usarli con maestria in pittura ) ma credo che non se ne possa fare a meno se si vuole dare a queste righe completezza di ragionamento .
Dunque come dicevo , i colori sono generati dalla luce che a sua volta , può essere naturale (bianca o solare : quella che proviene dal sole per intenderci ) oppure artificiale (prodotta da qualsiasi corpo ardente e che è sempre colorata) ; infine la luce può essere diretta ( quella che il sole illumina direttamente coi suoi raggi) o indiretta (quando il tutto è illuminato nel proprio colore particolare nonostante non abbia raggi solari diretti).
A prescindere dalle sostanze coloranti , il colore lo percepiamo fedelmente solo nello spettro solare . Per dimostrare questa affermazione vi porterò il banalissimo esempio del prisma di cristallo , che chiunque può verificare . Prendete un prisma di cristallo e orientatelo verso il sole , facendo in modo che su di un foglio bianco , posto avanti al prisma , si possa raccogliere l'immagine di quello che scientificamente viene definito "spettro prismatico" : un fascio di sei raggi colorati che vanno dal rosso al violetto , passando per l'arancione, il giallo , il verde e l'azzurro .
Fra questi sei colori principali , tre sono definiti "primari" (giallo , rosso e azzurro) e tre "secondari" (arancione , verde e violetto) , ottenuti dalla equa mescolanza binaria dei primi tre (l'arancione si ottiene mescolando una parte di rosso con una di giallo ; il verde mescolando giallo ed azzurro ; ed infine il violetto mescolando il rosso con l'azzurro ) . Variando le proporzioni di mescolanza (ma sempre binaria) fra i tre colori primari otteniamo altri sei colori che possiamo definire come "gradazioni secondarie" : mescolando tre parti di rosso con una di azzurro , otterremo un rosso-violetto ; tre parti di rosso ed una di giallo , un rosso-ranciato ; una di rosso con tre di giallo , un giallo-ranciato ; tre parti di giallo con una verde , un giallo-verde , una parte di giallo con tre di azzurro , un verde-azzurro ; ed infine mescolando una parte di rosso con tre parti di azzurro , otterremo un azzurro-violetto .  Un esercizio che ritengo di dover consigliare , soprattutto ai neofiti , per familiarizzare con i colori è quello della realizzazione del disco cromatico partendo dai tre colori primari : Tracciate con un compasso due cerchi concentrici (diciamo con raggi rispettivamente dieci cm. e quindici cm.)  e dividete la corona circolare ottenuta in dodici parti uguali . Adesso con il rosso carminio colorate una delle dodici parti ; lasciate tre spazi vuoti e colorate con il giallo il quarto  ; lasciate altri tre spazi vuoti e colorate il quarto con l'azzurro . A questo punto avete posizionato esattamente i tre colori primari sul disco e potete procedere alla colorazione degli spazi vuoti fra un primario e l'altro . Mescolate una parte di rosso con una di giallo e colorate lo spazio mediano fra il rosso ed il giallo : avete posizionato così l'arancio ; ora mescolate una parte di arancio con una di rosso e colorate lo spazio libero fra il rosso e l'arancio (è questo il rosso-arancio) ; ora una parte di arancio con una di giallo e colorate lo spazio fra l'arancio ed il giallo (è questo il giallo-arancio). Tutto quello che avete fatto finora deve essere ripetuto con gli altri colori primari per riempire il resto degli spazi vuoti con le varie gradazioni dei verdi e dei violetti . Il disco così ottenuto (che potrebbe essere anche di ventiquattro spazi ) mostra dodici colori puri e fa capire come ottenerli  . (continua)


 

Le tavole | Le tele I cartone| La masonite Carta e Pergamena I colore | coloranti | Le resine I Le parole della pittura | Colore e conservazione | La cornice | I pennelli per colori ad olio | Leganti e diluenti | L'Acquarello | Il disegno a penna

Home Gallerie d'arteGallerie d'arte Bari Accademie d'arte |Pittori amici Linkarte |NetworkArte | ConcorsArte | "Leonardo da Vinci" |Cerchio Quadrato | Il mestiere di pittore | Pittori in asta |Fiere d'Arte | Mostre d'arte a Bari | Mostre d'arte in Italia


Logo del sito www.corniciecornici.org   Logo di Arte & leonardo basile

Ultimo aggiornamento:  07-10-12