Cabina di regia per la fotografia

 

ll Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, ha decretato la costituzione di una Cabina di regia per la fotografia, al fine di tutelare, valorizzare e diffondere la fotografia in Italia come patrimonio storico e linguaggio contemporaneo, strumento di memoria, di espressione e comprensione del reale, utile all’inclusione e all’accrescimento di una sensibilità critica autonoma da parte dei cittadini.




Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo


VISTO il decreto legislativo 20 ottobre 1998. n. 368 recante “Istituzione dei Ministero per i beni e le attività culturali, a norma dell’an. Il della legge 15 marzo 1977, n. 59”, e successive  modificazioni;

VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante “Riforma dell’organizzazione del Governo a norma dell’art. I 1 della legge 15 marzo 1977, n. 59”, e successive modificazioni;

VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante “Norme generali sull’ordinamento dei lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione”, e successive modificazioni;

VISTO il decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, recante "Codice dei beni culturali e del  paesaggio, ai sensi dell’articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137”, e successive modificazioni;

VISTA la legge 24 giugno 2013, n. 71, e, in particolare, i commi da 2 a 10 dell’articolo 1

VISTO il decreto dei Presidente del Consiglio dei Ministri 29 agosto 2014. n. 171. recante “Regolamento di organizzazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, degli  uffici della diretta collaborazione del Ministro e dell’Organismo indipendente di valutazione della performance a nonna dell’articolo 16, comma 4. del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014. n. 89”

VISTO il decreto ministeriale 23 gennaio 2016, recante “Riorganizzazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ai sensi dell’articolo 1, comma 327. della legge 28 dicembre 2015, n. 208”;

VISTO il decreto ministeriale 12 gennaio 2017, recante “Adeguamento delle Soprintendenze speciali agli standard internazionali in materia di musei e luoghi della cultura, ai sensi dell’articolo 1, comma 432, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, e dell’articolo 1, comma 327, della legge 28 dicembre 2015. n. 208”, in corso di registrazione;

VISTO il decreto del Ministro per i beni e le attività culturali 7 ottobre 2008 concernente l’organizzazione ed il funzionamento dell’istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, e  successive modificazioni;

VISTO il decreto ministeriale 27 novembre 2014. recante “Articolazione degli uffici dirigenziali di livello non generale del Ministero”, e successive modificazioni;

VISTO il decreto ministeriale 23 dicembre 2014, recante “Organizzazione e funzionamento dei musei statali”, e successive modificazioni;

RILEVATA la necessità, al fine di realizzare un piano di valorizzazione dei patrimonio fotografico  nazionale finalizzato sia alla raccolta e alla elaborazione di dati esistenti, sia al coordinamento delle  risorse e delle competenze dei diversi Uffici del Ministero coinvolti;

RILEVATA altresì l’opportunità di organizzare, per il mese di aprile 2017, gli Stati generali della  fotografia, allo scopo di formalizzare l’impegno del Ministero nel settore, anche mediante il coinvolgimento di studiosi e professionisti;

RITENUTO necessario, pertanto, istituire, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica,  una Cabina di regia per la fotografia;




DECRETA:

L' Istituzione della Cabina di regia per la fotografia


Articolo 1
(Cabina di regia per la fotografia)


1. È istituita, presso il Gabinetto dei Ministero dei beni e delle attività culturali e dei turismo, una Cabina di regia per la fotografia.

2. La Cabina di regia opera al fine di pianificare e coordinare le attività dei Ministero per  valorizzare e diffondere la fotografia in Italia come patrimonio storico e linguaggio contemporaneo, strumento di memoria, di espressione e comprensione del reale, utile  all’inclusione e allo sviluppo di una sensibilità critica da parte dei cittadini.

3. La Cabina di regia a titolo esempliticativo e non esaustivo, elabora azioni volte a:

a) rafforzare e migliorare le politiche di conservazione e diffusione dei fondi fotografici analogici e digitali, pubblici e privati;

b) censire le realtà italiane, pubbliche e private, operanti nel settore della fotografia;

e) definire linee guida e buone pratiche per il censimento, l’indicizzazione e la  digitalizzazione dei fondi, nonché per la conservazione dei fondi analogici;

d) potenziare l’efficacia dei sostegno pubblico nel settore e definire un piano di sostegno alla creazione fotografica contemporanea
e) creare un portale nazionale della fotografia, che permetta l’accesso all’insieme delle collezioni nazionali pubbliche e private, mediante un sistema di indicizzazione omogeneo:

f) elaborare un progetto per l’inserimento dell’apprendimento dei linguaggio fotografico e visivo nelle scuole, in raccordo con il Ministero dell’istruzione. dei V università e della ricerca;

g) definire un piano di sviluppo quinquennale delle azioni del Ministero nel settore della fotografia.

4. La Cabina di regia cura altresì l’organizzazione degli Stati generali della Fotografia, iniziativa diretta a rafforzare l’impegno del Ministero nei settore, anche mediante il coinvolgimento di studiosi e professionisti.



Articolo 2
(Composizione)


La Cabina di regia per la fotografia è presieduta dal Segretario generale dei Ministero, e composta da:

— Lorenza Bravetta, consigliere dei Ministro per la valorizzazione del patrimonio fotografico nazionale;

- il Direttore generale Archeologia, belle arti o paesaggio, o suo delegato;

- il Direttore generale Cinema, o suo delegato;

- il Direttore generale Archivi, o suo delegato;

- il Direttore generale Arti e architettura contemporanee e periferie urbane, o suo delegato;

- il Direttore generale Biblioteche e istituti culturali, o suo delegato;

- il Direttore generale Educazione e ricerca, o suo delegato;

- il Direttore generale Musei, o suo delegato.




Articolo 3
(Segreleria tecnica)


La Cabina di regia.
Nello svolgimento dei propri lavori, si avvale dei supporto di una Segreteria tecnica composta da:

— Martina Barberis, dottoressa in filosofia estetica;

— Chiara Cannizzaro, Ufficio di Gabinetto;

— Alfredo Corrao, Segretariato generale:

— Luca Mercuri, Ufficio Stampa e Comunicazione;



Articolo 4
(Funzionamento)


1. La Cabina di regia opera in raccordo con il Ministro e con gli Uffici di sua diretta  collaborazione; termina i propri lavori entro il 31 dicembre 2017, consegnando al Ministro una relazione sull’attività svolta.

2. La partecipazione ai lavori della Cabina di regia e della Segreteria tecnica non dà titolo a  compensi, gettoni di partecipazione, indennità di alcun tipo.







MIBACT.UDCM
REP.Decreti
28/07/2017 N° 339
Roma

 

 

Ultimo aggiornamento:  30-07-17