"Nel nome ricco, e paese vasto della Puglia, s'inchiudea già la Daunia, che hora particolarmente si dice Capitanata. Chiamossi ella già Enotria, Esperia, Jonia, Taurina, Camesena, Italia, Japigia, Apulia, Vetulia, Gracia Grande, e nella specie più riflessibile, Daunia, nomi tratti dai suoi habitatori, che si cangiarono poi nel moderno Capitanata (...)."

La descrizione è tratta da volume 'Il Regno di Napoli in Prospettiva' dell' Abate Giovanni Battista Pacichelli (1641-1695), edito da Michele Luigi Mutio, nel 1695, e presenta la serie di 'recensioni' che l'autore dedica alla Daunia o Capitanata, Duodecima, e ultima Provincia del Regno.
a In questa pagina vengono presentate

In questa pagina vengono presentate riproduzioni di incisioni rappresentanti vedute prospettiche di alcune città della Terra Daunia assieme ad alcune elaborazioni grafiche digitali delle stesse, a cura di Leonardo Basile.
 


In questa esposizione (così pure come nel video pubblicato su youtube da essa realizzato) non figurano tutte le città della Daunia descritte dal Pacichelli nel suddetto volume...sono solo alcune (Ascoli Satriano, Bovino, Foggia, Larino, Lesina, Lucera, San Severo, Manfredonia, Monte Sant'Angelo, Termoli, Troia, Vieste, Voltorara) ma mi prometto di ricercare più in là le escluse e di rimpinguare esposizione e filmato.

Un ringraziamento a Rafael Krux che con le note del suo 'Big Eyes' ha aggiunto una...nota di mistero allo scorrere delle città della Daunia.